Discorso morale sopra la virtù della giustizia

Title

Discorso morale sopra la virtù della giustizia

Description

Paper; misc., comp.; ff. [7], 258, [1]; mm. 215_310.

Creator

Date

1560

Contributor

Type

Prose

Identifier

Is Referenced By

Iter V, 211a.

Manuscript ID

168

Foliation

ff. 112r-139r

Seen

Yes

Genre

Branch of philosophy

Internal description

<112r-139r> <title by a different hand> Discorso morale sopra la virtù della Giustizia con varie divisioni della medesima fatto dell'anno 1560. <inc> La Giustizia, la quale da Aristotele viene annoverata fra quelle quattro virtù principali intorno alle quali tutte l'altre morali si raggirano, da ognuno si diffinisce ultimamente per un habito mediante il quale l'huomo diviene atto ad operare con elettione le cose che sono giuste. <expl> Ma perché Platone voleva che l'huomo operasse la giustitia et l'ingiustitia [ . . ] parve ad Aristotele di mitigare questa opinione dicendo che questo non sarà quel giusto del quale habbiamo determinato di sopra cioè il civile, ma serà per translatione et serà particolare et somigliante a quello del padrone verso il servidore, del marito verso la moglie, o del padre verso il figliuolo. Et questo basti havere detto intorno alla Giustizia.

Record last updated

08/03/2013

Record last updated by

Eugenio Refini

Collection

Citation

Eugenio Refini, ‘Discorso morale sopra la virtù della giustizia’, in Vernacular Aristotelianism in Renaissance Italy Database (VARIDB)
  <https://vari.warwick.ac.uk/items/show/4404> [accessed 25 July 2024]