Dell'anima

Manuscript copy
Date: 1591

Work ref: 137
Manuscript ID: 84
Type: Prose

Visual elements


Genre

Treatise

Related to Aristotle's

On the Soul

Branch of Philosophy

Natural Philosophy
—Psychology

Foliation

ff. 1r-64v

Seen

Yes



Physical Description

Paper; ff. [2], 64, [5]. mm. 256_196. Original binding in parchment; dedication copy; title on spine 'RAFF. / GVALT. / dell'a_a / m.s.'.

Internal Description

<1r-4v> <epistle> Al Serenissimo Francescomaria Feltrio della Rovere duca d'Urbino. <inc> Bella e nobile maraviglia, serenissimo gran Francescomaria, conviene si prendano quegli che a contemplare si volgano le tante e variate generazioni de i diversi animali che ne l'aria, ne l'acqua e nella terra si veggiono tutti col numero, con la variazione, con l'ordine rappresentanti la grandezza e l'omnipotenza de l'eterno iddio loro creatore. <expl> che io con ogni umiltà inchinandole bacio le regali sue et valorose mani, pregando iddio che ogni suo desiderio adempia. Dal Isola il dì 20 di Febbraio 1591. Di Vostra Altezza Serenissima Umilissimo servitore, Raffael Gualterotti.

<5r-64v> Capitolo primo. <inc> Primieramente, perché io quello faccia che già promesso ho, e mi conduca al determinato segno, mi conviene come nuovo duellatore entrare in campo e difinire la antica lite et ancora pendente tra Aristotile e Galeno; cioè se tutte le facultà del l'anima si debbano riporre e collocare nel quore [sic] come in loro propria residenza, o pure al contrario di ciascuna, a ciascuno interiore accommodar la sua; come ha fatto Galeno il quale messe la virtù animale nel celebro, la vitale nel cuore, la naturale nel fegato; dove Aristotile le fece tutte come da un ricchissimo fonte scaturire dal cuore; e tale opinione nel terzo libro delle parti degli animali al quarto capitolo con molte ragioni confermò. <expl> il che fece Aristotile ancora in tutti i libri delle meterologiche che ragionando della vista in guisa ne parlò come se di fuori mandando ella si facesse; lo che nondimeno nel libro del senso e del sensibile con molte ragioni essere falso chiaramente dimostrò. Questo è quanto per hora mi sovviene di dire d'intorno alla proposta risolvenda lite; perché per rimuovere alcune ombre circa all'anima, che sono ne i filosofi e medici antichi, e nella mia scrittura, in quanto le loro opinioni seguita e narra; della immortalità de l'anima trattare mi conviene, lo che io farò nel seguente libro.

Paratextual Elements

1. epistle to Francesco Maria II Della Rovere Duke of Urbino (February 20th 1591), ff. 1r-4v.

Bibliography

Stornajolo 1902-1921: III, 277-278.

Digitized copy

Online references




Original Record Author
Eugenio Refini
Record Last Updated On
08/03/2013
Record Last Updated By
Eugenio Refini

Citation
Eugenio Refini, ‘Dell'anima’, in Vernacular Aristotelianism in Renaissance Italy Database (VARIDB)
  <https://vari.warwick.ac.uk/items/show/4320> [accessed 21 January 2022]