De animalibus tradotto per Theodoro Ghazza [fragm.]

Title

De animalibus tradotto per Theodoro Ghazza [fragm.]

Description

Paper; misc., comp.; ff. I, [4], 188, [4], 1; mm. 200_282.A later hand adds a date to the last text included in the ms. (1510).

Creator

Contributor

Type

Prose

Identifier

Is Referenced By

Iter II, 462ab.

Manuscript ID

159

Foliation

ff. 181r-183v

Seen

Yes

Genre

Branch of philosophy

Internal description

<181r-183v> Tratto da Aristotele de animalibus tradotto per Theodoro Ghazza. <inc> Chome si generino le pechie ne è varia sentenzia perché alcuni dichono quelle non usare el choito et non partorire, ma dichono quelle portare d'altrove la figliatura: ma donde se portino non chonvenghono tutti in una medesima sententia; però altri dichono del fiore del challynno; altri del fiore della channa; altri del fiore dello ulivo et adduchono questa ragione: quanto la richolta dell'olio è più abundante, tanti più [semi] gettino le pechie. <expl> <illegible>

Record last updated

08/03/2013

Record last updated by

Eugenio Refini

Collection

Citation

Eugenio Refini, ‘De animalibus tradotto per Theodoro Ghazza [fragm.]’, in Vernacular Aristotelianism in Renaissance Italy Database (VARIDB)
  <https://vari.warwick.ac.uk/items/show/4395> [accessed 21 June 2024]