[Notes on Aristotle's Nicomachean Ethics, book 2]

Title

[Notes on Aristotle's Nicomachean Ethics, book 2]

Description

Paper; misc., comp.; mm. 220_340.

Creator

Contributor

Type

Prose

Identifier

Manuscript ID

178

Foliation

ff. 138r-v

Seen

Yes

Genre

Branch of philosophy

Internal description

<138r-v> <inc> Fa difficoltà che Arist. nel secondo libro dell'Eth. dica essere più difficile cosa il far resistenza alla voluttà, che all'ira; è questo contra l'opinione d'Heraclito, il qual teneva l'opposito, sì come accenna qui Arist. e più chiaramente dimostra nel V della Polit. verso il fine e che poi nel VII dell'Eth. mostri essere più escusabile l'incontinenza dell'ira, come più naturale e conseguentemente più possente della incontinenza della voluttà. Onde pare contrario un luogo all'altro. <expl> E pur fu
detto nel terzo dell'Eth. che nell'incontinente solo cade il pentimento il qual è un segno ch'ancor non s'habbia acquistato l'habito del vitio, e nel VII pur dell'Eth. fu detto che l'incontinente è curabile, perché ha il principio, cioè l'intelletto, e la ragione ancor sana, ma non già così è l'intemperato, in cui è corrotto e guasto il detto principio.

Record last updated

08/03/2013

Record last updated by

Eugenio Refini

Collection

Citation

Eugenio Refini, ‘[Notes on Aristotle's Nicomachean Ethics, book 2]’, in Vernacular Aristotelianism in Renaissance Italy Database (VARIDB)
  <https://vari.warwick.ac.uk/items/show/4414> [accessed 22 July 2024]