Orazione in lode della poesia

Manuscript copy
Date:

Work ref: 212
Manuscript ID: 180
Type: Prose

Dedicatee

Visual elements


Genre

Lecture

Related to Aristotle's

Poetics

Branch of Philosophy

Poetics

Foliation

ff. 190r-203r

Seen

Yes



Physical Description

Paper; misc., comp.; ff. I, [2], 253, I. Relevant unit: mm. 145_210.

Internal Description

<190r> Oratione sopra la Poesia.

<191r-192r> <preamble> <inc> Io non credo, virtuosissimi et honoratissimi condiscepoli, che alcuno sia di voi, il quale debba o maravigliarsi, o riprendermi, se io consapevole del poco ingegno et pochissima dottrina mia, et senza niuna o arte o esercitatione di bene e leggiadramente parlare, veggendo in che luogo, et a quali persone mi convenga hoggi favellare son tutto pallido divenuto et tutto tremante. <expl> però vi prego che voi non solo mi perdoniate, ma insieme mi scusiate ancora, se io hoggi non sodisfarò appieno alla aspettatione vostra, et vi piacerà porgermi quel grato silentio che sete soliti per la innata cortesia et gentilezza vostra. Humano capiti cervicem pictor equinam

Bibliography

Iter, 1, 124b; V, 574b-575a.

Digitized copy

Online references




Original Record Author
Eugenio Refini
Record Last Updated On
08/03/2013
Record Last Updated By
Eugenio Refini

Citation
Eugenio Refini, ‘Orazione in lode della poesia’, in Vernacular Aristotelianism in Renaissance Italy Database (VARIDB)
  <https://vari.warwick.ac.uk/items/show/4416> [accessed 21 November 2017]