Ragionamento che non è felicità in questo mondo

Title

Ragionamento che non è felicità in questo mondo

Description

Paper; misc.; ff. III, 389; mm. 282_212. Autograph. Relevant unit (n°14): ff. 7.

Creator

Date

1593

Contributor

Type

Prose

Identifier

Is Referenced By

IMBI 53: 179-180.

Manuscript ID

199

Foliation

ff. 275r-281v

Genre

Branch of philosophy

Internal description

<275r> Che non è felicità in questo mondo. Ragionamento fatto nella villa di Granarolo l’anno 1593 da P.V. <inc> La felicità o beatitudine, che chiamar la vogliamo, è un bene per se stesso tanto desiderabile che in tutto l'universo non si trova persona di qual si voglia conditione, stato, o qualità che sopra tutte le altre cose con grande ansietà questa non desideri, con diligente studio questa non procuri, con molta sollecitudine questa non brami, et a questa, come a suo ultimo fine et scopo principale con ogni suo pensiero, forza, et ingegno non miri, non aspiri, et non attenda. <expl> che Dio liberale premiatore di tutte le buone opere, darà larghissima mercede alle anime di tutti quelli, i quali fuggendo i vitii havranno caminato per la via della virtù, et concederà loro l'eterna felicità nel santo Paradiso. Et così sia.

Record last updated

08/03/2013

Record last updated by

Eugenio Refini

Collection

Citation

Eugenio Refini, ‘Ragionamento che non è felicità in questo mondo’, in Vernacular Aristotelianism in Renaissance Italy Database (VARIDB)
  <https://vari.warwick.ac.uk/items/show/4435> [accessed 29 May 2024]