Compendio della filosofia morale

Manuscript copy
Date: 14th-15th c.

Work ref: 139
Manuscript ID: 88
Type: Prose

Dedicatee

Visual elements


Related to Aristotle's

Nicomachean Ethics

Branch of Philosophy

Moral Philosophy
—Ethics

Foliation

ff. 5v-51v

Seen

Yes



Physical Description

Paper; miscellaneous by a single chancery hand; ff. [1], 51, [1]; mm. 290_220.

Internal Description

<5v> Qui il trattato il quale fecie frate Lucha de Manelii di Firenze de l'ordine di santo Domenicho. / Incomincia i·libro chiamato Compendio della filosofia morale. <prologue> <inc> Vogliendo fare brieve tratato della filosofia morale parmi che ragionevolemente si debba cominciare dalla difinitione della virtù. Però che tutta l'antentione del filosafo morale de essere e ad avere la virtù e virtuosamente operare. Onde questa scientia non si prende solo per saperla sì come interviene delle scientie speculative. Macciò che saputola si possa operare secondo quella sì come vuole Aristotile nel secondo libro dell'Eticha. E però che'l fine della filosofia morale è vivere vertudiosamente [sic] conviensi cominciare dalla virtù. Et la virtù si puote per niuno modo melglio eppiù veracemente manifestare che per la sua difinitione però ch'essa perfetta difinitione conprende in sé tutte le cose essentiali della cosa diffinita. etc. <expl> ma Aristotile nel decimo libro de l'Eticha dimostra ch'essa filicità sta nelle operationi delle virtù. Et però dobbiamo noi cominciare dalla virtù ponendo la sua difinitione, però che secondo Tulio ne·libro delgli oficii, ongni trattato d'alcuna cosa il quale procede secondo ragione si de cominciare dalla finitione acciò ch'essa conosciuta la cosa della quale si de trattare.

<51v> <expl> O filosofia ducha della vita trovatrice delle virtù discacciatrice de vitii, che potrebbe sanza di te la vita delgli uomini? Tu portasti la ciptà, tu raghunasti gli uomini sparzi e faciesti vivere in compangnia. Tu primieramente gli aconpangnasti nella abitatione delle cose, poi gli faciesti venire a matrimonio. Tu fosti trovatrice delle leggi e maestra de costumi. Tu faciesti participare gli uomini insieme per lettere e per voci. Noy ricorriamo a·tte e domandiamo da te aiutorio e a·tte ci diamo tutti, la quale vocie e'l quale detto se·ttu che leggi osserverai troverai in questa operetta non piccolo utile. Deo gratias amen. / Explicit liber conpendii filosophie moralis editus \per venerabilis virum et dottorem fratem lucam de ordinis/ ses Domenici oriturum ex manellis.

Bibliography

Gentile, Codici Palatini: II, 147-148.

Digitized copy

Online references




Original Record Author
Eugenio Refini
Record Last Updated On
08/03/2013
Record Last Updated By
Eugenio Refini

Citation
Eugenio Refini, ‘Compendio della filosofia morale’, in Vernacular Aristotelianism in Renaissance Italy Database (VARIDB)
  <https://vari.warwick.ac.uk/items/show/4324> [accessed 22 April 2024]